giovedì 28 febbraio 2013

febbre di fine febbraio

il piatto preferito di Eli

Oggi Eli ha la febbre, un febbrone.

E dopo la telefonata con mia mamma che è stata pressapoco così "Ha la febbre a 39,5?Chiama subito il 118!Dalle subito l'antibiotico!Portala all'ospedale!Chiama l'esorcista!"
Mi sono limitata a telefonare alla pediatra, la quale mi ha dato appuntamento a domani ore 11.20
per evitare di fanculizzarla sul momento ho inspirato, espirato, inspirato, espirato e...

...le ho fatto tante coccole, siamo state vicinevicine e le ho cucinato il suo piatto preferito, la torta salata al prosciutto e ricotta
che ha gradito, tra una dose e l'altra di Nurofen al gusto fragola senza zucchero.
Le è piaciuta anche se non ho incrociato perfettamente le strisce...
...ma i miei piatti sono "buoni da mangiare", per il "belli da vedere" ci sto lavorando!







Appunti sconclusionati


Io sono una sconclusionata
e questo blog ne è la conferma, iniziato e mollato lì per un motivo o per un altro
per problemi seri.ma anche no.

Semino ma non sempre concimo, che siano idee, amicizie o soloilcielosacosa *in realtà concimavo anche troppo, ma passava sempre qualcuno a dare il diserbante
ora basta un niente e mi stoppo, e di niente ne ho avuti parecchi purtroppo, in primis la malattia di mio padre, che proprio niente non è anzi....

E se tutto questo mi porterà a migliorare perché no.perché non provare.

Una cosa alla volta, pensata e realizzata.

Dal fare il pane in casa, al perdere peso, alle attività con i bimbi, aaa *notare la coerenza logica  fra le cose
e poco importa se i miei propositi faranno sorridere chi  passerà di qua, chi leggerà delle mie piccole imprese pensando: "tze!il pane, io lo faccio un giorno si e l'altro pure, anche farcito, anche con le olive, anche."
non importa. Lo faccio per me. Davvero.Per Me.

Coriandoli


Le bambine erano a casa da scuola "causa elezioni", due amichette si sono unite al nostro pomeriggio
e alla domanda "Mamiiii, cosa facciamo?"
*nonostante i giochi ci stiano per inghiottire hanno sempre bisogno di un aiutino sulle scelte

ho avuto l'idea per questi biscotti, aspé riformulo la frase, mi sono ricordata questi biscotti che avevo visto
sul sito di Natali Cattellani e che avrei dovuto fare a Carnevale appunto, che poi non ho fatto e quindi...
...perché non oggi?

Sono semplici, se li faccio io, non può essere di certo il contrario
e per la decorazione mi sono affidata alle bimbe, che si sono divertite molto, anzi parecchio!



Ingredienti per i coriandoli

500g di farina, 250g di zucchero, 100g di burro, 3 uova , buccia di limone grattugiata, mezza bustina di lievito per dolci.


Setacciate la farina con il lievito, unire il burro, lo zucchero la buccia di limone e le uova, impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. E’ una pasta perfetta da far lavorare ai nostri bambini, non appiccica è morbida e non è elastica. Formate dei piccoli cordoncini dai quali ricaverete dei cilindri di un centimetro circa date con le mani la forma sferica e appoggiateli sulla placca foderata di carta da forno cuocete a 180 circa per 15 minuti
Per la decorazione sbattete con un frullatore 250g di zucchero a velo, 30g di albume e 30g di succo di limone, montate leggermente, suddividete il composto e aggiungete i coloranti a piacere. 


Decorate “a pennello” e lasciate asciugare.Ingredienti per i coriandoli (circa 200, tre teglie da forno)

pane HandMade



pane HandMade



Mai più avrei pensato/creduto di riuscire a fare il pane in casa, con un forno comune
e invece grazie ad  Antonella ci sono riuscita.

Posto la ricetta così come mi è stata mandata

DORIS GRANT LOAF
 
Pane buono, sano e veloce perché non va impastato.


Ricetta vista nel programma culinario di Lorraine Pascale


Ingredienti:


225 grammi di farina integrale
225 grammi di farina bianca tipo 00
1 bustina di lievito di birra disidratato (7 grammi)
1 cucchiaino di sale fino
300 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di miele di acacia (oppure zucchero grezzo) 
olio vegetale 
latte q.b.


Preparazione:


In un ciotola setacciare la farina integrale in modo da mettere da parte i semi che rimangono nel setaccio che vanno usati dopo come tocco finale per la crosta, aggiungere la farina bianca senza setacciarla, il lievito e il sale. 

Mescolare e praticare un buco al centro della farina versandoci l’acqua e il miele.
Amalgamare velocemente tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno poi con le mani fuori dalla ciotola senza impastare formare una palla omogenea e mettere su una teglia.
Ricoprire con la pellicola trasparente unta con olio vegetale e lasciare lievitare per 30 minuti vicino al forno acceso.

Passato il tempo richiesto per la lievitazione incidere sulla superficie delle strisce con un coltello prima di spalmarla con del latte, aggiungere i semi della farina integrale messi da parte prima così da ricoprire tutta la base esterna.


Mettere in forno per 30 minuti a 200°

 Consiglio: gettare 10 cubetti di ghiaccio nella parte inferiore del forno per fare in modo che l’impasto possa cuocere in maniera omogenea.

è un successo assicurato!